Tutto quello che puoi fare grazie ad un Raspberry Pi

Il mese scorso vi abbiamo raccontato del gioco svoltosi presso Invisiblefarm, dove in palio era stato messo un Raspberry Pi 3. Oggi vogliamo incuriosirvi con alcuni possibili utilizzi di questo “mini computer” nel caso anche voi ne abbiate uno in casa, oppure voleste comprarne uno, e non sapeste cosa farne.

Sviluppato da un'organizzazione in Gran Bretagna, il Raspebberry Pi ha un prezzo molto contenuto, mai più di 35€, e può essere utilizzato in moltissimi progetti. Il suo nome è un gioco di parole e viene pronunciato “Raspberry Pie”, ovvero torta di lamponi. La scelta di fare riferimento ad un frutto rimanda ad una tradizione delle aziende di informatica (Apple, Blackberry, Acorn), mentre “Pi” è l'acronimo di Python Interpreter, dato che il principale linguaggio di programmazione utilizzato dagli sviluppatori nel Raspberry Pi è proprio Python.
Questo computer, grande poco più di una carta di credito, è composto da un single-board computer sulla quale sono montati processore, RAM, scheda grafica, scheda audio, diverse porte e uscite esterne, wi-fi, bluetooth, ecc... Il disco rigido, sul quale viene installato il sistema operativo, è rappresentato da una micro SD, inserita nell'apposito slot; inoltre tramite porta USB è possibile collegare HD esterni. Il sistema operativo consigliabile è Raspbian, basto su Debian, ma possono essere comunque utilizzati anche altri sistemi operativi basati su Linux e una particolare versione di Windows.

Originariamente era stato concepito per i giovani appassionati di tecnologia che volevano imparare le basi dell'informatica, grazie però alle sue dimensioni e alla sua versatilità in breve tempo è diventato la base per numerosissimi progetti fai-da-te.
Oggi vogliamo presentarvene alcuni.

  1. Smart TV – Una delle maggiori applicazioni per il Raspberry Pi è il suo utilizzo come Media Center da collegare al TV. Grazie a questo dispositivo è possibile riprodurre musica, video e immagini archiviate su un HD; utilizzare servizi di streaming, come Netflix, Amazon; accedere a video e musica da Youtube o Spotify; navigare in internet; oppure leggere tranquillamente il quotidiano dal televisore. In pratica è possibile trasformare una tv che abbiamo già in casa in una sorta di Smat TV.

  2. Domotica – Un'altro utilizzo molto gettonato è per la casa; grazie al Raspberry Pi, in combinazione ad Arduino, è possibile realizzare un sistema di home automation per la gestione degli elettrodomestici, con anche sensori di temperatura e altro.
    Si può gestire l'impianto d'illuminazione tramite lo smartphone (simile all'impianto realizzato per gli uffici di Invisiblefarm, di cui abbiamo già parlato in un altro articolo); oppure realizzare con le tue mani un impianto audio per l'intera casa.

  3. Aprire il garage – Fin qui non sembra niente di speciale, ma immaginate di aprirlo tramite comando vocale; degno della fiaba di Ali Babà e i quaranta ladroni. Ciò grazie ad un Raspberry Pi collegato a Siri, il software di riconoscimento vocale di Apple, oppure ad altri programmi simili.

  4. WeggUp - Altro interessante utilizzo del Raspberry Pi è per realizzare un originale sveglia/lampada 2.0 che utilizza varie gradazioni di luce per svegliarti dolcemente, rilevando anche, in un arco di tempo stabilito, il momento in cui il tuo sonno è più leggero, grazie a dei sensori installati da applicare al materasso. Inoltre grazie a questo dispositivo è possibile anche spegnere in automatico un lettore multimediale o un ebook reader quando ci si addormenta.

  5. Videosorveglianza – Sempre grazie a questo utilissimo mini computer ed a una videocamera collegata è possibile realizzare un sistema di videosorveglianza, che permette di vigilare sulla propria casa e accedere in ogni istante, anche da smartphone, alla visualizzazione in diretta streaming della videocamera. Inoltre il sistema può scattare regolarmente delle istantanee e, se collegato a dei sensori di movimento, scattare una fotografia appena avverte la presenza di qualcuno.

  6. Magic Mirror – Sempre per la casa, per chi volesse stupire gli ospiti, oppure non sa rinunciare ad un monitor neppure il mattino davanti allo specchio segnaliamo il tutorial per costruire grazie al Raspberry Pi un Magic Mirror. Uno specchio, che all'occorrenza si trasforma in un monitor su cui si possono vedere una serie di informazioni.

  7. Cabinato Arcade – Per chi ha sempre desiderato avere una sala giochi in casa, grazie al Raspberry è possibile realizzare un mini cabinato con installati i giochi classici del passato. Il Raspberry Pi viene utilizzato come centro nevralgico a cui vengono collegati monitor, pulsantoni, levette e volendo persino il quadro per l'inserimento dei gettoni.

  8. R2-D2 – Per gli appassionati di Star Wars questo potrebbe essere un sogno che si avvera. Partendo da un Raspberry Pi e da un involucro esterno è stato costruito un R2-D2 accessoriato con rilevamento del movimento e della distanza, per muoversi in autonomia e riconoscimento dei volti. Inoltre è capace di riprodurre messaggi vocali e comprende comandi vocali in inglese e cinese.

Questi sono solo alcuni dei tantissimi utilizzi possibili per un Raspberry Pi; basta scatenare la fantasia!
Inoltre potete trovare tantissime idee consultando il sito ufficiale.
Share on :