Maker Faire 2018: l'innovazione in mostra

  • Oct 16, 2018
  • IN
  • BY: Anonymous (non verificato)
Si è svolta questo weekend presso la Nuova Fiera di Roma, dal 12 al 14 Ottobre, la sesta edizione di Maker Faire - The European Edition, , la più grande manifestazione italiana dedicata all'innovazione ed all'artigianato digitale che ha prodotto risultati inferiori solo ai grandi eventi sportivi e religiosi ospitati dalla Capitale, raggiungendo una dimensione tale da essere paragonata con soddisfazione alle edizioni americane di Bay Area e New York.

Il weekend ha registrato oltre 100.000 visitatori, più di mille i progetti presentati, con 700 espositori arrivati da 61 nazioni. Sette i padiglioni interamente dedicati, per un'estensione di 100mila metri quadri con 10 aree dedicate ai laboratori per i bambini.

Un evento aperto a tutti, dalle scuole alle università, dalle piccole e medie imprese al grande pubblico e a grandi enti e aziende. Un programma ricco di workshop e performance, ha intervallato la lunga passeggiata tra gli stand.

Tra le proposte che hanno suscitato il maggior interesse idee c’è Teverina, un servizio di condivisione di biciclette più flessibile del “tradizionale” bike sharing, il sistema anti-abbandono per i bambini su seggiolino, pensato per applicazioni SmartCar, attualmente l'unico concepito per funzionare sulla rilevazione dell'assenza del bambino sul seggiolino e non sulla presenza. E poi Cycled una proposta di riuso dei copertoni delle bicilette da cui ricavare cinture.

Nell’ambito della mobilità alternativa e dell’energia pulita, sono state tante le proposte, come quella di Onda Solare Asd, gruppo di studenti e docenti di istituti di eccellenza che realizza veicoli a energia solare per gareggiare in giro per il mondo in competizioni riservate a questa tipologia di vetture. L’obiettivo è quello di dimostrare come il sole possa alimentare la mobilità, sia nel contesto urbano che in quello extraurbano. È stato presentato Emilia4, veicolo solare a 4 posti con 5 metri quadri di pannello fotovoltaico SunPower, meno di 300 Kg di peso, velocità massima di 100 Km/h e 500 Km di autonomia. Emilia4 è stata in grado di competere e vincere nella categoria Cruiser all’American Solar Challenge 2018, corsa a tappe nel Nebraska all’Oregon.

Un’altra idea innovativa presentata è stata Fast Charge, l’auto elettrica nata nel 2012, che si ricarica in otto minuti, costruita da un team di 40 di giovani professionisti provenienti da diverse facoltà dell’ateneo romano La Sapienza. Sempre nell’ambito delle università capitoline, presente anche la scuderia di Tor Vergata con la propria vettura che partecipa nella Formula Sae, la competizione studentesca universitaria organizzata dalla Society of Automotive Engineers.

Un altro progetto curioso è il Fun Board N-1, un nuovo modo di correre in kart. il progetto nasce da una modifica a un comune telaio "Hoverkart", per migliorare velocità, stabilità, sicurezza ed introducendo anche un nuovo stile di guida. Paraurti e musetto anteriore originali kart, garantiscono aerodinamica e protezione mentre delle barre laterali a supporto delle carene consentono al pilota di effettuare curve veloci solo piegando il corpo, senza l'utilizzo delle leve "standard" di sterzo. Questo permette al prototipo di non decelerare in curva e di avere un'ottima stabilità. Il kart sopporta fino a 120 Kg ed è completamente smontabile.

Share on :