Open Platform, Sistemi Informativi Sanitari

SIVIAN Fining 316: gestione del processo sanzionatorio secondo l’Art. 316

- Noemi Tava

SIVIAN Fining 316 nasce nel 2017, inizialmente come estensione del modulo SIVIAN Fining dedicato alla gestione dell’intero ciclo sanzionatorio e già utilizzato da diverse ATS Lombarde.

Articolo 316 e normativa di riferimento

Secondo l’articolo 316 ter, comma 2, del Codice Penale, che tratta l’indebita percezione di erogazioni a danno dello stato:

“… chiunque mediante l’utilizzo o la presentazione di dichiarazioni o di documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero mediante l’omissione di informazioni dovute, consegue indebitamente, per sé o per altri, contributi, finanziamenti, mutui agevolati o altre erogazioni dello stesso tipo, comunque denominate, concessi o erogati dallo Stato, da altri enti pubblici o dalle Comunità europee è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni.                                                  
Quando la somma indebitamente percepita è pari o inferiore a euro 3.999,96 si applica soltanto la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro da euro 5.164 a euro 25.822. Tale sanzione non può comunque superare il triplo del beneficio conseguito.”

L’articolo 316 fornisce, quindi, una classificazione del reato a danno dello Stato e la relativa condanna. Esso pone quindi le basi per le disposizioni impartite dalla Regione Lombardia riguardo l’attuazione del Decreto Regionale n 7/15411 che impone alle ATS lombarde di provvedere alle operazioni di controllo sulla veridicità delle autocertificazioni rese dagli utenti (a partire dall’anno 2013) alle strutture pubbliche e private col fine di beneficiare dell’esenzione dal pagamento dei ticket sanitari per prestazioni di specialistica ambulatoriale e di diagnostica strumentale/farmaceutica.

SIVIAN Fining 316

I Dipartimenti delle Cure Primarie e della Continuità Assistenziale delle ATS lombarde, hanno quindi il compito di farsi carico della riscossione delle sanzioni relative al mancato pagamento del ticket a partire dall’anno 2013. Tali provvedimenti di contestazione, se non notificati entro 5 anni cadono in prescrizione; ciò ha comportato per le ATS un periodo di tempo limitato (entro la fine del 2017) per emettere tali sanzioni.

Per questo motivo nel 2017 abbiamo realizzato SIVIAN Fining 316, il modulo dedicato alla gestione degli accertamenti riguardanti la violazione dell’articolo 316 ter comma 2 del Codice Penale comprensivo di assistenza e attualmente utilizzato dalle ATS Insubria, ATS Brescia e ATS Milano.

Esso può essere integrato a SIVIAN Fining, per una gestione a tutto tondo dei processi sanzionatori, oppure utilizzato in autonomia.

Come funziona SIVIAN Fining 316

Tramite SIVIAN Fining 316 l’operatore ATS può caricare l’elenco di tutti i contravventori e gli assistiti, acquisito tramite un semplice pannello creato dal Sistema Tessera Sanitaria; in automatico viene incrociato con la Banca Dati dell’Anagrafe di ogni singolo assistito, dopodiché automaticamente il sistema provvede a generare in maniera automatica ed in pochi secondi tutti gli accertamenti e i Sommari Processi Verbali (SPV).

Accedendo, quindi, al pannello l’operatore ha la possibilità di firmarli digitalmente, tramite Smart Card, e inviarli al sistema di conservazione sostitutiva, secondo la normativa vigente. Questa procedura può essere integrata con un altro modulo: SIVIAN Signer, software per piattaforme Windows dedicato alla gestione delle firme digitali di tutti i documenti e alla loro conservazione a norma.

Inoltre, scaricando gli SPV in formato pdf, l’operatore ha la possibilità di stamparne una copia cartacea per la spedizione al contravventore e, successivamente, registrare la data di notifica e riconciliare in modo automatico il pagamento e la relativa data.

Infine, il sistema offre un vero e proprio cruscotto dirigenziale che consente di tenere sotto controllo tutti gli atti gestiti in tempo reale e di ricavare in qualsiasi momento tutte le informazioni necessarie per la gestione del processo.

Notevoli risparmi e rientri

Su 16.000 processi presenti per una singola ATS nel triennio 2015/2018, grazie a SIVIAN Fining 316 ne sono stati processati 11.000 di cui circa 3300 riscattati per un ritorno di oltre 1 milione di euro.

Grazie a SIVIAN Fining 316 è possibile informatizzare l’intero processo sanzionatorio, velocizzando così la procedura e portando, quindi, ad un notevole risparmio sul costo degli operatori; infatti su un totale di 16.000 processi è stimato un risparmio pari a 112.000 €.

Questi solo alcuni dei possibili vantaggi derivanti da SIVIAN Fining 316. Scopri di più guardando i prodotti della suite SIVIAN pensati per le aziende sanitarie, oppure esplora tutte le nostre soluzioni messe a disposizione per la Gestione Amministrativa.

Condividi

 

Leggi anche

Nasce SIVIAN Fascicolo Aziendale dell’ATS Insubria

- Noemi Tava