Formazione

Corsi FAD ECM: cosa significa e quali sono i criteri per l’accreditamento

- Noemi Tava
corsi FAD ECM quali sono le regole per l'accreditamento ECM dei corsi FAD

I corsi FAD ECM rappresentano la soluzione migliore per i professionisti della sanità che necessitano di tenere aggiornate le proprie competenze, assolvendo l’obbligo dell’acquisizione dei crediti ECM per il triennio.

Tutti i corsi FAD realizzati da Invisiblefarm seguono le regole per l’accreditamento ECM e possono essere caricati sulle piattaforme in possesso delle aziende sanitarie, oppure fruiti tramite la nostra piattaforma e-learning.

Cosa significa ECM?

Il termine ECM (acronimo di Educazione Continua in Medicina) rappresenta un programma, istituito a livello nazionale nel 2002, attraverso il quale il professionista della sanità (medici, infermieri, operatori sanitari e sociosanitari, ecc.) è obbligato a tenere aggiornate ed espandere le proprie competenze professionali.

L’avvio del programma si basa sul Decreto Legislativo n. 502 del 1992, integrato poi nel 1999 dal Decreto Legislativo n. 229, che aveva istituito l’obbligo della formazione continua per i professionisti della sanità.

Dal primo gennaio del 2008, con l’entrata in vigore della Legge n. 244/2007, la gestione amministrativa del programma di ECM (Educazione Continua in Medicina) ed il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua sono passati ad Agenas (Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali).

Obbligo formativo per il triennio 2020-2022

L’obbligo formativo è triennale e, come stabilito con deliberazione della CNFC, per il triennio 2020-2022, è pari a 150 crediti formativi, fatto salvo esoneri, esenzioni ed eventuali altre riduzioni.

Tali crediti possono essere ridotti con un bonus di 50 crediti ECM se il professionista sanitario ha continuato a svolgere la propria attività professionale durante il periodo dell’emergenza COVID-19. Inoltre, un ulteriore bonus di 30 crediti ECM viene concesso a tutti i professionisti che nel triennio 2017-2019 hanno maturato tutti i crediti richiesti.

Detto questo, come è dunque possibile acquisire nella maniera più semplice i crediti ECM?

Corsi FAD ECM

L’acquisizione di crediti ECM può avvenire, tra i diversi metodi, attraverso corsi di aggiornamento accreditati ECM che, se frequentati e superati danno diritto ad una precisa quota di crediti. La formazione continua al personale sanitario rappresenta, quindi, un moderno approccio allo sviluppo e al monitoraggio delle competenze individuali.

I corsi FAD accreditati ECM rappresentano la migliore soluzione per facilitare e semplificare la gestione della formazione sanitaria obbligatoria. Il punto forte della Formazione a Distanza è rappresentato dalla sua estrema flessibilità, che consente di gestire in autonomia tempi e luoghi per la fruizione dei contenuti ed è quindi possibile ridurre i costi legati alla formazione.

Vediamo nello specifico quali sono i criteri necessari perché un corso FAD possa essere accreditato ECM.

Criteri per l’accreditamento di un corso FAD ECM

Un corso FAD per poter essere accreditato ECM da un provider qualificato deve possedere una serie di criteri ben definiti. Questi sono specificati nel “Manuale di accreditamento per l’erogazione di eventi ECM-CPD di Regione Lombardia”. Andiamo ad analizzare nel dettaglio quelli pertinenti ad un corso FAD.

Responsabile scientifico

La progettazione di un corso FAD ECM deve essere affidata ad un esperto di contenuto: un Responsabile scientifico esperto sui contenuti del corso in ragione dei titoli di studio.

Il Responsabile scientifico può essere docente, relatore e tutor del corso, tuttavia non può ricoprire il ruolo di discente. Inoltre, tale figura non deve aver avuto interessi commerciali in ambito sanitario nei due anni precedenti alla progettazione del corso.

Aspetti dei percorsi formativi ECM

La durata massima dei corsi FAD accreditati ECM è di un anno e il tempo dedicato alla verifica dell’apprendimento finale può essere incluso nella durata dell’evento formativo.

La verifica della partecipazione ad un corso FAD è garantita dallo svolgimento della prova di verifica dell’apprendimento finale, dalle rilevazioni delle operazioni registrate dal sistema in merito ai completamenti delle attività e da specifiche verifiche dell’identità del professionista.

Per ogni corso FAD è necessario redigere un documento con il programma dell’evento e contenente le seguenti informazioni minime:

  • la denominazione e l’ID del provider che rilascia il corso;
  • il titolo e l’eventuale edizione;
  • sede di svolgimento dell’evento (in questo caso su piattaforma FAD);
  • il Responsabile scientifico del corso;
  • i destinatari dell’attività formativa;
  • gli obiettivi e l’area formativa;
  • la data di inizio e la data di fine del corso;
  • il programma del corso con le diverse sessioni;
  • il numero dei crediti ECM rilasciati con il superamento del corso FAD.

Valutazione dell’apprendimento finale

La valutazione dell’apprendimento finale deve essere distinta per ciascun discente e svolta al completamento di tutte le lezioni presenti nel corso ECM. Al superamento della prova di verifica vi è il riconoscimento dei crediti ECM.

Le prove di verifica dei corsi FAD in modalità asincrona devono essere svolte entro il termine conclusivo del corso, mentre quelle riguardanti la FAD sincrona si devono svolgere entro i 3 giorni successivi alla conclusione dell’attività formativa.

Nei corsi FAD il test finale deve essere effettuato esclusivamente attraverso un questionario a scelta multipla con variazione casuale delle domande e delle risposte ad ogni tentativo errato (doppia randomizzazione). Il numero dei quesiti proposti viene standardizzato in almeno 3 domande per ogni credito ECM riconosciuto.

Per l’accreditamento ECM a livello nazionale, il superamento della prova coincide con il raggiungimento di almeno l’80% delle risposte esatte. Inoltre, ad ogni tentativo fallito è necessaria la ripetizione del corso FAD prima di poter affrontare nuovamente la valutazione dell’apprendimento finale.

Nel caso in cui ad ogni tentativo fallito venga sottoposto al discente un nuovo set di domande è consentito un numero illimitato di tentativi per il superamento della prova, sempre previa la ripetizione del corso FAD. In alternativa, se il set di domande rimane invariato, e viene applicata la doppia randomizzazione, sono consentiti al massimo cinque tentativi per il superamento della prova.

Questionario della qualità percepita

A fine del percorso formativo il provider deve sottoporre ad ogni discente il questionario sulla qualità percepita. All’interno del questionario il discente è tenuto ad indicare:

  • l’eventuale percezione di influenze di interessi commerciali in ambito sanitario;
  • la rilevanza del programma rispetto ai bisogni formativi e al ruolo professionale dei partecipanti;
  • la qualità formativa del programma e dei docenti;
  • l’efficacia della formazione rispetto agli obiettivi formativi;
  • la qualità dell’organizzazione ed il tempo necessario per svolgere l’attività.

Inoltre, la scheda della qualità deve contenere la possibilità di segnalare il modo in cui lo sponsor, o altra azienda commerciale, abbia condizionato l’attività formativa e la possibilità di segnalare eventuali anomalie riscontrate nel corso dell’evento, tramite l’indirizzo e-mail: ecm@polis.lombardia.it.

Tutto il questionario della qualità percepita deve essere compilato in forma anonima e acquisito dal provider in modo da garantirne l’anonimato.

Il questionario della qualità è a disposizione dei provider sul Sistema gestionale lombardo ECM. Il provider in aggiunta a quello obbligatorio, proposto senza alterarne il contenuto, può sottoporre ai discenti ulteriori varianti di questionari di qualità.

Gli attestati ECM

A conclusione dell’evento formativo ECM, l’azienda sanitaria provider deve rilasciare ai discenti l’attestato di superamento del corso e accreditamento ECM.

La data di acquisizione dei crediti ECM coincide con la data in cui il discente ha superato positivamente la prova di verifica dell’apprendimento finale.

Criteri per il calcolo dei crediti ECM associati ad un corso FAD

I criteri per il calcolo dei crediti ECM associati ai diversi eventi formativi vengono definiti sempre all’interno del “Manuale di accreditamento per l’erogazione di eventi ECM-CPD di Regione Lombardia”.

In merito alla FAD di tipo asincrono vengo calcolati 1 credito ECM per ogni ora (non frazionabile) di durata del corso FAD. Questi, possono essere aumentati di 0,5 crediti/ora per la presenza di un tutor dedicato e di un ambiente di confronto come chat e forum e di ulteriori 0,3 crediti/ora per formazioni su tematiche di interesse regionale o nazionale riconosciute dalla Commissione Nazionale.

Per la FAD di tipo sincrono, come aule virtuali e webinar seguiti da docenti e tutor, vengono previsti 1,5 crediti ECM per ogni ora, non frazionabile, di durata dell’evento.

Inoltre, possono essere incrementati di 0,3 crediti/ora per formazioni su tematiche di interesse regionale o nazionale riconosciute dalla Commissione Nazionale.

Per percorsi di formazione di tipo Blended, ovvero che prevede più tipologie di formazione integrate, il calcolo dei crediti ECM viene eseguito sommando i crediti attribuiti alle singole tipologie di formazione.

Sei un’azienda sanitaria provider e necessiti di corsi FAD? Scopri il nostro catalogo di corsi FAD pronti all’uso e accreditabili ECM!

Se necessiti di altre informazioni chiamaci al 0307776307 oppure scrivici una e-mail.

Condividi

 

Leggi anche